Lunedì 13 maggio alle ore 19.30, avremo il piacere di ospitare la presentazione del libro C’era una Volta in Portogallo (Tuga Edizioni) con la presenza dell’autore Daniele Coltrinari.

A moderare l’incontro un membro dell’Associação Tucátulá, associazione torinese e che promuove da diversi anni in città, attività di tipo informativo, culturale e di scambio, nell’ambito della lingua portoghese e delle culture lusofone.

A seguire degustazione con piatti e vini portoghesi proposti dal nostro Chef Fabio Montagna:
🔸Caldo verde de bacalhau
🔸Bacalahau à braz
🔸Il tutto accompagnato da un ottimo Calice di Vinho verde Azal, cantina Dom Diogo

La serata ha un costo di 35 euro, che comprenderà anche una copia del un libro!

Come sempre… Consigliamo la prenotazione.

MAGGIORI INFO SULL’AUTORE DEL LIBRO

C’era una Volta in Portogallo
Non solo il racconto del giro ciclistico a tappe più importante del Portogallo e dei ciclisti nazionali che hanno fatto la storia di ieri così come quella più recente, «C’era una Volta in Portogallo» è qualcosa di più. Daniele Coltrinari e Luca Onesti hanno infatti seguito personalmente negli ultimi anni la competizione e hanno attraversato città e luoghi dove è passato il giro, raccontando le tradizioni, le feste popolari, la gastronomia e i costumi di un Portogallo meno conosciuto e che difficilmente si trova su una guida turistica. Questo pertanto è un libro sul ciclismo lusitano, una guida turistica sul Portogallo con tante informazioni e curiosità, ma anche un’avventura che i due autori hanno vissuto stando in mezzo alla gente, viaggiando sui treni in seconda classe, sui pullman, utilizzando la bici, facendo l’autostop e andando a piedi solo per inseguire una passione lunga decenni chiamata semplicemente Volta a Portugal.

Daniele Coltrinari, giornalista e scrittore, ha pubblicato C’era una Volta in Portogallo (Tuga Edizioni, 2016) e 40 anni dopo la Rivoluzione dei garofani (Raggiaschi Editore, 2014). Autore e ideatore di Sosteniamo Pereira, blog collettivo e di approfondimento culturale e che si occupa principalmente di quello che accade a Lisbona e in Portogallo. È inoltre coautore di Lisbon Storie (2016) il primo documentario indipendente sugli italiani che vivono e lavorano da anni a Lisbona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *